SERVICES en

Scuola: flat tax per gli insegnanti che impartiscono lezioni private

Lezioni di recupero, che, secondo un’indagine della fondazione Einaudi, generano oggi un volume d’affari da quasi 1 miliardo di euro.
Pubblicato il 04/01/2019 Teleborsa
Con la legge di bilancio, arrivano i tagli delle imposte per gli insegnanti che impartiscono lezioni private come lavoro extrascolastico. Messa nero su bianco nell’articolo 1 del provvedimento, dal comma 13 al comma 16, la flat tax coinvolge anche i docenti impegnati nelle lezioni di recupero, che, secondo un’indagine della fondazione Einaudi, generano oggi un volume d’affari da quasi 1 miliardo di euro. Di questo miliardo, però, solo il 10% sarebbe regolarmente dichiarato.

Attraverso la misura, dunque, si punta a far emergere il sommerso, passando dall’attuale aliquota variabile tra il 27 ed il 38%, ad una fissa del 15% che include tutte le imposte sul reddito. Una novità che lascia perplesso Marcello Pacifico, Presidente Anief, che in una nota dichiara: "Anziché tassare le ripetizioni degli insegnanti meno pagati d’Europa, dopo Grecia e Paesi dell’Est, per eliminare la piaga dei corsi in nero sarebbe stato decisamente meglio disporre ulteriori finanziamenti per incrementare i corsi di recupero anche attraverso l’utilizzo del personale su organico potenziato".
Per vedere l’andamento dei titoli durante la giornata collegati a finanza.lastampa.it